Presa di posizione sulle Pari Opportunità

Questa relazione vuole spiegare cosa per noi significhi “Pari Opportunità”.

La realtà del nostro Ente Studio Professionalità In-Formazione (B344) è nata già da una prospettiva diversa. I fondatori hanno infatti equilibrio di genere e professionalità. Inoltre è stato deciso che fosse guidata e rappresentata da un legale rappresentante donna.

Le pari opportunità in SPFormazione non sono un concetto derivato da un copia e incolla delle normative. Né tantomeno basato sulla retorica! Sono invece uno dei nostri punti fondanti e sul quale verte la totale gestione dell’azienda, dei corsi, dei progetti, dei clienti e degli stessi collaboratori.

A livello di pratiche, la gestione delle risorse interne e la scelta dei professionisti a cui sono affidati compiti e progetti parla molto chiaro. Infatti, tutte le persone che lavorano e cooperano con la nostra realtà provengono da contesti sociali, culturali, religiosi e di genere variegati. Noi azzeriamo le differenze. Puntiamo sulle persone e sul loro valore professionale, spingendo e sostenendo il potenziale insito in ognuno di loro.

Come

Gestiamo e creiamo progetti orientati alle persone ed all’abbattimento di tutte le differenze e le barriere culturali e sociali, di cui un esempio sono i due progetti “Rottasicura.org” e “La Persona al centro”. L’attuale leadership è tutta al femminile e ci stiamo facendo portatori a livello mediatico di un progetto di incentivazione all’imprenditoria delle donne, “WomenWork”.

Ogni nostra singola attività formativa, sia finanziata che rivolta alla nostra clientela privata, è fatta a misura sulle persone. Quelle che saranno realmente in aula in quel momento e che in nessun modo verranno trattate in modo standard. L’apprendistato è rimodulato ad ogni sportello e i docenti sono monitorati durante i corsi e ripreparati ogni volta ai nuovi corsisti. I nostri percorsi formativi sono tutti studiati e creati sulla base di reali esigenze e dell’attenzione verso l’altro.

Prima di tutto persone

Siamo una struttura orientata alla valorizzazione delle competenze socio affettivo relazionali. Pertanto, tutta la nostra realtà non si basa sul ricevere e trattare con dipendenti o discenti, poiché noi come prima cosa vediamo le persone ed il loro reale valore, senza discriminare.

Nella nostra realtà siamo giunti ad essere ormai una decina di persone. Ogni giorno si popolano le nostre stanze, tra dipendenti, collaboratori, tirocinanti e fondatori, con un equilibrio quasi paritario di genere e nessun tipo di discriminazione.

Il nostro futuro

La pubblicazione realizzata nel 2006 dalla Regione Piemonte sulle Linee guida per integrare le pari opportunità nella formazione e nel lavoro, era tra le prime a promuovere questo orientamento. Noi di SPFormazione ci siamo adoperati per realizzare tutte le buone pratiche in essa contenute. E non solo come concetti teorici, ma andando oltre la realizzazione e spingendoci verso la creazione di una realtà ove la discriminazione e le barriere non siano in alcun modo contemplate.

A breve, dopo aver portato a termine un progetto finanziato da Compagnia di SanPaolo con l’Equipe di Iniziativa Moi sull’inserimento e l’integrazione, saremo pronti a realizzare, sul medesimo tema e con lo stesso gruppo di lavoro, altri progetti sullo stesso tema e dalle finalità simili.

In conclusione

In SPFormazione esistono solo le persone e nulla di standard. Non creiamo relazioni standard, progetti standard, anzi ci spingiamo oltre tutti i processi uniformati legati alla formazione. Perché per creare valore è necessario spingersi sempre oltre e mai fermarsi all’apparenza o alla semplice esecuzione burocratica, perché essa non abbatte barriere, ma è invece portatrice di limiti e condizioni.

Siamo consapevoli di quanto la strada a livello sociale e culturale sia ancora molto lunga e non bisognerà mai perdere la nostra attenzione. Attualmente la nostra intera struttura si muove, sia internamente che verso l’esterno, sia da un punto di vista formativo che lavorativo, per cercare e dare valore alle persone, oltrepassando e sfidando tutti i sistemi di chiusura e limitazione di genere (e non solo). Uno dei nostri obiettivi principali è quello di essere un buon esempio, reale e vivente.

Torino, 18 Luglio 2018

Paola Enrica Vescovi

Rappresentante Legale